Paesaggio e ponti. Una ricerca in Alto Adige

La mostra e il libro Paesaggio e ponti, progettati da Lupo Burtscher, presentano una serie di ponti tra i più significativi dell’Alto Adige, evidenziando l’estetica delle strutture e il loro rapporto con il paesaggio. Attraverso circa quaranta esempi di epoche diverse, essi documentano la tradizione e l’innovazione di questo settore dell’ingegneria civile.

1/8

2/8

3/8

4/8

5/8

6/8

7/8

8/8

Nella mostra Paesaggio e ponti, disegnata da Lupo Burtscher con Susanne Waiz, i grossi muri in pietra del forte conferiscono un carattere chiuso e introverso agli spazi espositivi. I bassi banconi su cui sono esposti i disegni progettuali sono disseminati nelle stanze e dotati di corpi luminosi autonomi integrati in staffe metalliche. A differenza delle pagine del libro, essi permettono di presentare anche planimetrie e prospetti in grande scala, mentre gli oggetti più piccoli come foto e immagini d’epoca sono collocati su supporti in legno. Fotografie in grande formato mostrano le opere più significative inserite nei loro contesti geografici.

1/8

2/8

3/8

4/8

5/8

6/8

7/8

8/8

La rassegna comprende opere che hanno modificato radicalmente il paesaggio e la sua percezione, come la strada e i ponti realizzati in Val Pusteria attorno al 1850 o la spesso citata autostrada del Brennero con i suoi viadotti, ma anche le strutture prefabbricate che nella seconda metà del XX secolo segnarono una decadenza nell’arte di costruire ponti. Completano il quadro le realizzazioni recenti, portatrici di un linguaggio diverso non solo nella scelta dei materiali, ma ancor più nel dialogo serrato con il contesto esistente.

(Testi: Studio Waiz)

Cliente

Provincia autonoma di Bolzano-Alto Adige

Anno

2013

Team progetto

Claudia Polizzi

Curatori

Susanne Waiz

Editori

Folio Verlag

Documentazione fotografica

René Riller