Per Luis Agostini, cuoco appassionato, Lupo Burtscher non solo ha trovato un marchio e un’identità visiva appropriata, ma ha anche allestito la cucina a vista in stile minimalista. Nello spazio di Condito si può osservare il maestro nella preparazione di catering o ai fornelli durante i corsi di cucina, accompagnati dal motto di Agostini “Condito. Erlebt Kochen. Vivere la cucina”.

1/9

2/9

3/9

4/9

5/9

6/9

7/9

8/9

9/9

1/3

2/3

3/3

Per la comunicazione del progetto è stata realizzata una serie di immagini di persone che si relazionano in modo inedito con un alimento: un pesce, un polpo, del miele, dei carciofi. I materiali stampati in bianco, nero e argento riportano giochi di parole tra seduzione e cucina, sottolineando come l’amore passi anche per lo stomaco. La i capovolta nel logo richiama l’azione del mescolare nell’atto del condire.

1/2

2/2

La lampada Gilda

Gilda è una lampada in vetro di Murano soffiata a bocca del maestro Pino Signoretto. Da spenta la lampada ha un corpo sferico profondo e nero, mentre quando è accesa lo spessore del vetro prende un colore violaceo e filtra verso l’esterno la forma del filo incandescente rendendolo visibile, proiettando un cono di luce verso il basso. L’oggetto è stato progettato da Lupo Burtscher per lo spazio di Condito.

Cliente

Luis Agostini

Anno

2007

Collaborazioni

Curzio Castellan (photoshooting campagna di inaugurazione), Pino Signoretto (lampada Gilda)

Documentazione fotografica

René Riller