Frauenbewegung ’70

Frammenti di storia del movimento femminista in Alto Adige

“L’utero è mio e me lo gestisco io” e “L’altra metà del cielo” sono alcuni degli slogan di protesta del secondo movimento femminista della fine degli anni Sessanta e degli anni Settanta. L’Archivio delle Donne di Bolzano ripercorre le tracce di questo movimento sociale e racconta passo dopo passo attraverso alcuni frammenti come le donne abbiano rivendicato maggiore autodeterminazione, diritti e libertà e come li abbiano infine ottenuti. Oltre a progettare l’identità visiva e l’allestimento della mostra, Lupo Burtscher ne ha elaborato e curato i contenuti.

1/6

2/6

3/6

4/6

5/6

6/6

La mostra ha avuto luogo presso la Galleria Civica di Bolzano. Lupo Burtscher ha costruito la mostra partendo da un’approfondita ricerca sull’Archivio delle Donne di Bolzano e ha elaborato una campagna di comunicazione che rappresenta graficamente la rabbia e la forza che hanno caratterizzato il clima della protesta. Gli slogan, che tutt’oggi non perdono la loro validità, sono rappresentati in grandi caratteri scritti a mano sui manifesti affissi in tutta la città. Un catalogo bilingue con testi informativi e immagini di documentazione è stato distribuito gratuitamente.

Il titolo della mostra Frauenbewegung ’70 – Frammenti di storia del movimento femminista in Alto Adige è scritto con caratteri frammentati, ma chiaramente riconoscibili – in linea con la frammentarietà delle narrazioni raccolte su quell’epoca basate su documenti e racconti personali.

1/5

2/5

3/5

4/5

5/5

Il presente

Lupo Burtscher ha ripreso tre temi essenziali del movimento femminista curandone i relativi contribuiti. Insieme alla filmmaker Greta Mentzel è stato prodotto un filmato di una serie di interviste che affrontano dalla prospettiva di entrambi i sessi temi oggi importanti per le donne. Sono stati inoltre presentate un’animazione dei materiali d’archivio a cura di Nela Märkli sul tema dell’aborto e un’installazione sonora per la piazza Domenicani di Stefano Bernardi sul ricordo delle violente dimostrazioni di mezzo secolo fa.

Cliente

Archivio Storico delle Donne Bolzano

Anno

2011

Team progetto

Claudia Polizzi

Collaborazioni

Stefano Bernardi, Nela Märkli, Greta Menzel

Curatori

Archivio storico delle donne di Bolzano