Casa Tabarelli 1968 – 2008

Un edificio immerso nelle vigne presso Cornaiano, costruito negli anni 1968-69, che sia negli interni sia negli esterni mostra delle soluzioni fuori dell’ordinario. Quattro personalità vi hanno lasciato la propria impronta: l’architetto italiano Carlo Scarpa, che ha realizzato il progetto, il suo assistente Sergio Los, responsabile per l’esecuzione, e il committente Gianni Tabarelli de Fatis con sua moglie Laura, una coppia di collezionisti e imprenditori. La storia di questo progetto è raccontata da Roberto Gigliotti nel libro Casa Tabarelli 1968 – 2008, pubblicato da Bozen-Bolzano University Press con il progetto grafico di Lupo Burtscher.

1/13

2/13

3/13

4/13

5/13

6/13

7/13

8/13

9/13

10/13

11/13

12/13

13/13

La scritta sulla copertina trae ispirazione dal caratteristico motivo decorativo dell’elemento centrale della casa, la parete mobile bianca e nera. Citazioni, idee e ricordi evidenziati in color ruggine si dispongono nel terzo inferiore delle pagine sotto i testi. Il libro bilingue costituisce un tentativo di avvicinarsi alla materia in modo poetico sia dal punto di vista contenutistico che visivo, senza perdere di vista i fatti della storia. Schizzi e planimetrie, fotografie storiche, interviste, approfondimenti e citazioni delle persone coinvolte fanno emergere un’immagine sfaccettata di questo progetto fuori del comune. Nella parte centrale il libro è completato da una documentazione autoriale di Davide Franceschini, curata da Lupo Burtscher, degli spazi interni e delle vedute esterne della casa.

Filtro

Cliente

Facoltà di Design e Arte – Libera Università di Bolzano

Anno

2008

Autore

Roberto Gigliotti

Saggio fotografico

Davide Franceschini (outdoor), Curzio Castellan (indoor)

Editori

Bozen-Bolzano University Press

Documentazione fotografica

Luca Meneghel