La luce del Rinascimento

La campagna di comunicazione di Lupo Burtscher per La luce del Rinascimento mette visivamente al centro tre soggetti: il ritratto di Giuliano de’ Medici, una scena tratta dalle Storie di Virginia – entrambi opere di Botticelli –, e la Madonna del latte del Bergognone. Il carattere Lydian di Warren Chappell del 1938 rafforza ulteriormente l’identità del materiale stampato.

1/7

2/7

3/7

4/7

5/7

6/7

7/7

1/7

2/7

3/7

4/7

5/7

6/7

7/7

Le pitture, estrapolate dal contesto e poste su uno sfondo bianco, respirano lo spirito e le emozioni del Rinascimento. Esse sono riprodotte su manifesti di piccolo e grande formato, sugli inviti e sui pieghevoli di cartoline. Questi ultimi fungono da mini cataloghi in formato tascabile e sono composti da cartoline staccabili singolarmente, che illustrano gli otto dipinti esposti, tutti prestati dall’Accademia Carrara di Bergamo, mentre sul retro di ciascuna si trova un breve approfondimento storico-artistico.

1/5

2/5

3/5

4/5

5/5

Il catalogo di La Luce del Rinascimento contiene testi di giovani ricercatori di storia dell’arte su concetti e dinamiche dell’arte del Rinascimento. Il volumetto è inoltre corredato da altro materiale illustrativo e disegni per l’approfondimento. Il progetto è stato realizzato dalla Provincia autonoma di Bolzano-Alto Adige (Ripartizione Cultura italiana).

Cliente

Provincia autonoma di Bolzano-Alto Adige (Ripartizione Cultura italiana)

Anno

2010

Team progetto

Nike Auer, Donat Caduff

Editori

Umberto Allemandi & C.

Documentazione fotografica

Luca Meneghel