Respiro Barocco

Un viaggio nella Napoli e nella Roma del Seicento

Avvicinare il pubblico ai capolavori del Barocco è l’obiettivo di Respiro Barocco, due mostre al Centro Trevi di Bolzano per le quali Lupo Burtscher ha progettato la campagna di comunicazione. Mentre la prima mostra presenta dipinti del Barocco napoletano, la seconda è incentrata su quadri del Barocco romano. Entrambe le esposizioni sono accompagnate da un piccolo catalogo informativo illustrato.

1/4

2/4

3/4

4/4

1/4

2/4

3/4

4/4

Napoli

La campagna di comunicazione mette in scena le tracce di un delitto, un giallo, proponendo una lettura in sequenza dell’opera tragica di Giuditta che decapita Oloferne (1612/13) di Artemisia Gentileschi. Le espressioni dei volti e le posture dei corpi delle due donne in questa scena violenta occupano l’intera immagine; i marcati contrasti di chiaro-scuro fanno quasi emergere plasticamente le figure. I diversi dettagli dell’opera vengono stampati su una serie di cartoline e di manifesti, mentre il titolo del progetto Respiro Barocco è riportato anche su borse gialle di stoffa.

1/3

2/3

3/3

Roma

I motivi principali di Un viaggio nella Roma del Seicento sono il Ritratto di Beatrice Cenci di Guido Reni e il David di Gian Lorenzo Bernini. Due giovani ritratti nel pieno della loro bellezza, che attirano su di sé gli sguardi del pubblico grazie alla sensualità della posa e alla maestria degli artisti. Un blu tortora opaco, in combinazione con il nero e il bianco, veicola i contenuti.

Cliente

Centro Trevi

Anno

2009

Team progetto

Donat Caduff

Editori

Umberto Allemandi & C.